In uno studio medico e dentistico l’ambiente, le mani degli operatori  sanitari e gli strumenti utilizzati devono rispettare criteri di massima pulizia. Non è possibile ottenere la “sterilità” , l’obiettivo è abbattere i germi totali fino al “non rilevabile” e soprattutto escludere la presenza dei cosiddetti”patogeni”.

Molti studi  utilizzano autoclavi per sterilizzare la strumentazione. Presso HelvetiaLab è possibile controllare se la propria autoclave funziona correttamente, cioè se raggiunge una temperatura, una pressione adeguata per un tempo adeguato in modo da uccidere germi e spore.  L’esame consiste nell’incubazione di un bioindicatore, il Geobacillus stearothermophilus, sporigeno, dopo  trattamento nell’autoclave da testare.  La mancata crescita del Geobacillus indica il buon funzionamento dell’autoclave.  Si consiglia di svolgere il test da 1 a 4 volte  all’anno, di più in casi particolari: con un costo minimo si aumenta la sicurezza nel lavoro e si tengono sotto controllo  eventuali malfunzionamenti di uno strumento tanto importante. 

 

Servizio HelvetiaLab: consegna  e ritiro del bioindicatore, rilascio del rapporto di prova di buon funzionamento. 

Gli studi di gastroenterologia utilizzano sonde che, per la natura dell’uso , sono soggette ad una particolare contaminazione.  I disinfettanti utilizzati e le macchine di lavaggio spesso abbattono sufficientemente la carica batterica, però alcuni microorganismi  sono particolarmente insidiosi, si pensi alla Pseudomonas aeruginosa ed allo Staphilococcus aureus. È  saggio poter escludere la presenza di tali patogeni sulla propria strumentazione.

Servizio HelvetiaLab: forniamo il liquido sterile per il lavaggio degli strumenti, ritiriamo il materiale da analizzare subito dopo la raccolta. Ricerchiamo Enterococchi , Enterobatteri, Pseudomonas aeruginosa e Staphilococcus aureus, altri germi a richiesta. Nel caso di una crescita diamo tempestivo avviso in modo che il medico possa procedere ad una immediata pulizia dell’apparecchio. È poi consigliata una valutazione successiva  della pulizia dello strumento. Rilasciamo il rapporto di prova.