I prodotti alimentari destinati al consumo umano devono essere sicuri per la salute.

Negli alimenti, anche di aspetto "sano", si possono nascondere batteri patogeni dannosi per l'organismo, fonti di gravi malattie. Bisogna prestare particolare attenzione agli alimenti destinati al consumo diretto, che arrivano in tavola senza subire un trattamento termico (insalate pre-lavate, roast-beef, uova, carne per tartare, molluschi, pasticceria, marmellate, succhi di frutta, latte e derivati..), o agli alimenti da riscaldare brevemente. Anche se la cottura in genere uccide i batteri,  gli alimenti da consumarsi cotti devono essere garantiti con patogeni "nr" cioè "non rilevabili" o comunque entro i liiti fissati  dall'ordinanza del DFI sui requisiti igienici (ORI) del 16 dicembre 2016 (stato 1° maggio 2017)

"Siamo cio' che mangiamo"

 

Quali batteri patogeni comunemente si possono trovare negli alimenti?

Listeria monocytogenes

Salmonella

Escherichia coli

Pseudomonas aeruginosa

Staphilococcus

Enterobatteri

Bacillus cereus

Quasi tutti i generi alimentari sani in partenza, dopo un periodo variabile secondo il tipo di alimento ed il trattamento subito,  non sono piu' adatti al consumo umano perchè deteriorati dai batteri comunque presenti. Un indice dello stato dell'alimento è dato dalle sue proprietà organolettiche e dal suo colore. La data di scadenza, cioè il limite temporale di consumabilità dell'alimento, è definita dal laboratorio che analizza la crescita batterica nel tempo e prevede quando l'alimento non sarà piu' indicato per il consumo.

Come si analizza un alimento?

Se ne preleva un campione in condizioni di sterilità, in genere bastano poche decine di grammi, lo si prepara per l'analisi seguendo procedure specifiche per ogni tipologia di alimento, lo si piastra su terreni indicati a seconda del batterio ricercato. Le piastre vengono incubate in  termostati alla temperatura ideale di crescita del batterio cercato per il tempo necessario e sufficente ad evidenziare l'eventuale crescita della colonie batteriche. In alcuni casi l'analisi sarà qualitativa (presenza del batterio o meno), in altri è quantitativa (c'è, ma quanto?). Ci sono batteri tollerati fino ad un numero definito, altri che NON devono essere presenti negli alimenti.

Chi sono i clienti HelvetiaLab?

Venditori e rivenditori di derrate all'ingrosso ed al dettaglio (macellerie, rosticcerie, pasticcerie, grandi magazzini), ristorazione in genere.

Servizio offerto:

Ritiriamo presso di voi l'alimento da analizzare, eseguiamo le indagini richieste secondo ORI, emettiamo i rapporti di prova e definiamo le eventuali date di scadenza. 
Nel caso di un risultato che devia dalle prescrizioni ORI, diamo tempestivo avviso.

 

Istruzioni per il prelievo e trasporto di alimenti al laboratorio