Gli Enterococchi sono batteri Gram + di forma tondeggiante.  Se ne conoscono attualmente 17 specie di cui 10 di interesse umano. Sono generalmente poco virulenti anche se infezioni da enterococco (meningiti, endocarditi, infezioni del tratto urinario, infezioni intestinali) comportano grossi problemi determinati dalla sua estrema resistenza agli antibiotici.

 

Sono  batteri di origine intestinale che si trovano pero' comunemente nell’ambiente a causa della loro facilità di riproduzione anche in ambienti extra intestinali. In effetti  sono resistentissimi: per avere un’idea di cosa sopportano si pensi che

 

·         Crescono a 10°C come a 45°C

 

·         Sopportano un pH fino a 9.6 (la candeggina in vendita, ipoclorito di sodio al 5% ha un pH circa di 10)

 

·         Sopravvivono per 30’ a 60°C

 

·         Crescono in terreni al 6.5% di NaCl (la soluzione fisiologica è 0.9%)

 

·         Sopportano un terreno arricchito di sali biliari fino al 40%

 

Pertanto non ha senso utilizzarli per determinare nelle acque o negli alimenti una contaminazione fecale recente (cioè come marcatori fecali) ma, sfruttando la loro resistenza,  risultano un valido indice del funzionamento dei sistemi di purificazione e dell’efficacia dei metodi di pulizia